MICHELANGELO CICOGNA YOUTUBE  GRUPPO FB

+39 3917944009

8 ottobre 2020

DA RE START rai2

Vorrei ringraziare tutti gli attivisti del gruppo CASSA INTEGRAZIONE CHE NON ARRIVA....Per tutto quello che fanno per aiutare le persone ma ora abbiamo bisogno di gente che può aiutare meglio ... STANNO AIUTANDO MA SONO I LORO I PRIMI AD AVERE BISOGNO ..SE ANCHE TU VUOI AIUTARE 
scrivimi aiutosubitoconcreto@libero.it

COMUNICATO STAMPA DEL 22/09/2020 (di A.Pacuvio)

L'immagine può contenere: il seguente testo "M.C. MICHELANGELO CICOGNA TVWEB #SENZACENSURA"

E'in arrivo la TVWEB MC #SENZACENSURA,

la tv con ospiti e iniziative varie, notizie vere senza censura e senza strumentalizzazioni di alcun genere dove sentirete e vedrete solo la realta dei fatti basata sull'articolo 21 sulla libertà di opinione e di pensiero. Una tv dove non corri il rischio che la tua testimonianza venga tagliata. L'opinione pubblica che si forma e si modifica attraverso il confronto diretto altrimenti non ci sarebbe democrazia! Il 29 Settembre alle ore 19.00 potrete assistere alla 1 puntata del nuovo programma "Senza censura" condotto da M.Cicogna dirante il quale si parlerà senza veli di svariati argomenti e  la ricerca della verità sarà l'obiettivo si spicco.

Nella prima puntata sarà ospite Maria che parlerà della situazione turistico alberghiera dopo Covid nell'anno 2020.

Nelle successive puntate tratteremo svariati argomenti di interesse generale. Hai qualcosa che ti incuriosisce particolarmente? Scrivi in email per parlarne a info@michelangelocicogna.com



COMUNICATO STAMPA DEL 19/09/2020 (di A.Pacuvio)


UN DATA DA NON DIMENTICARE 

I miracoli avvengono. Se davvero desideri fortemente qualcosa di buono che non nuoccia agli altri ma al contrario sia di aiuto, allora le cose, desiderate con passione, avvengono. In mezzo al tunnel oscuro dell'indifferenza si è aperto uno spiraglio dal quale filtra la luce. Oggi Michelangelo ha avuto un ritorno, il primo di una serie che verranno per rischiarare quel tunnel e spazzare quell'indifferenza.
Michelangelo ha incontrato il Presidente dell'associazione no profit"Il Girasole". La Signora dopo un pomeriggio passato col nostro leader ha deciso che aiuterà Michelangelo a costituire una sua associazione a scopi benefici.
Presto daremo luogo ad alcuni eventi dal titolo"Uniamoci per ricominciare" ed "Aiutaci ad aiutare" di cui sveleremo più tardi i particolari.
Michelangelo e gli attivisti del Blog #MichelangeloCicogna.com, e del #Gruppo fb "La cassa integrazione che non arriva", stanno finalmente raggiungendo l'obiettivo che si erano preposti. Michelangelo sta vedendo lentamente avverarsi il suo sogno di avviare qualcosa che possa essere di VERO aiuto per la gente in difficoltà. Presto annunceremo altre news dal sapore scoppiettante di un colorato fuoco d'artificio.
Questa volta non saranno le BAD NEWS a farsi sentire, saranno momenti di gioia e di speranza che riaccenderanno di bagliori dorati gli occhi delle persone che hanno creduto in lui. Ha messo tutti dinanzi a sé stesso rischiando la vita. Ancora oggi non si è completamente ripreso. Ci vorrà un po di tempo per questo, ma non si scoraggia anzi si sente più forte e sempre più proteso verso il prossimo.
Alcune persone sentono di avere una missione e desiderano andare fino in fondo, Michelangelo è una di queste persone e la sua tenacia sta iniziando a dare i suoi frutti.
STAY TUNED!!
Prossimamente vi daremo i particolari, scoprirete bellissime novità rimarrete felicemente scioccati da come da un essere umano possa scaturire così tanto amore per il suo prossimo.
Salute a te Michelagelo!
Ti amiamo perche sei il più semplice generoso,coraggioso e nello stesso tempo complicato essere che conosciamo.
Sentiti e profusi riconoscimenti a LORENZO MANCINESCHI, IENA SCOMODA, senza il quale tutto questo non avrebbe avuto modo di esistere. Lui è l'uomo che ha permesso che tutto questo avvenisse. Grazie Lorenzo, non finiremo mai di ringraziarti prima per la tua amicizia e poi per la tua professionalita e umanità.
Riflessione di Adriana: senza questa Pandemia cato Micky non ti avrei mai conosciuto e mi hanno insegnato a vedere sempre il lato positivo delle situazioni negative. Ecco! Il lato positivo di tutto questo sei tu!
Seguiteci Amici, rimarrete davvero sorpresi e vi stupirete questa volt
a in maniera piacevole e positiva!
Il Popolo di Michelangelo Cicogna


COMUNICATO STAMPA DEL 17/09/2020

Oggetto _SCIOPERO DELLA FAME DI MICHELANGELO CICOGNA

(A.Pacuvio)

 Dietro richiesta di tutti gli iscritti al gruppo Fb "la cassa integrazione che non arriva" Michelangelo Cicogna ha deciso, devo dire con costernazione, di interrompere lo sciopero della fame. Non riesce più a camminare, il suo corpo è ricoperto di macchie rosse molto preoccupanti e ha la bocca piena di funghi che gli procurano dolore mentre beve anche solo dell'acqua. Nessuno di noi vuole un gruppo senza il suo leader, non andremmo da nessuna parte ed è  per questo che si è reso necessario il nostro intervento per costringerlo a smettere. Per lo stato è  ancora un fantasma. Non si interesseranno finché non lo vedono in una cassa da morto. Siamo indignati per questo trattamento ricevuto. Se fosse stato un un'extracomunitario avrebbe ricevuto cure, aiuti e attenzioni, e esprimo questo concetto non perché siamo razzisti, sarebbe assurdo prendersela con chi viene da situazioni terribili ma perché è uno stato di fatto che gli italiani non ricevono alcun aiuto, alcuna pietà!

Mi vergogno di appartenere alla razza umana sopratutto la razza umana italiana. Nessuno di noi si riconosce più in questa posizione ormai. Ci sentiamo figli di nessuno, naufraghi senza alcun salvagente e nessuna nave che desideri venire a salvarci. Possiamo contare solo sulle nostre forze. Noi contiamo anche su quelle di Michelangelo per cui abbiamo deciso che deve finire qui questa forma di protesta che gli sta solo succhiando energia e capacità di combattere. Abbiamo bisogno di un leader concentrato e arrabbiato quel tanto che basta a renderlo vigile.

Crediamo tutti nel karma e di certo chi deve pagare un giorno pagherà amaramente per tutto il male che stiamo ricevendo ma non stiamo qui a gridare vendetta. Noi non abbiamo bisogno di far questo per risorgere. Facciamo parte di quella categoria di essere umano superiore e non possiamo abbassarci al livello di chi ci ha affamati. Un piatto di cibo caldo tra di noi lo troveremo sempre. Dovremmo fare come gli Ebrei che han capito come sopravvivere in un mondo estraneo e spesso ostile. Essi si nutrono di se stessi, ed è  così che proliferano e emergono in qualsiasi società.

Quindi è  deciso da oggi Michelangelo tornerà ad occuparsi di tutti noi e noi di lui. Sei il nostro Eroe mio caro amico e lo pensiamo tutti. Non è una battaglia persa che ci darà la vittoria, ma la nostra Unione che ci distingue, la misericordia che ci carezza, l'Amicizia che ci sorregge, l'Umanità che molti invece hanno perso lungo la via del Dio denaro e degli interessi! Siamo con te nostro Eroe e Grande Uomo!

 

Il popolo di Michelangelo Cicogna.

(A.Pacuvio)

www.michelangelocicogna.com

COMUNICATO STAMPA DEL 19/09/2020

di A.Pacuvio

COMUNICATO STAMPA 11 SETTEMBRE 2020

Adriana Paguvio



Al Presidente della Repubblica Mattarella, al Presidente del Consiglio Conte, a tutti i politici Italiani, a tutti i giornalisti di ogni testata e di ogni programma di intrattenimento e news.

Oggetto: MUORI! SOLO COSI IN ITALIA SI FA NOTIZIA

E’ proprio così, in Italia solo chi muore suicida, viene ucciso o muore per incidente fa scalpore anche se solo per un breve periodo.
Michelangelo Cicogna, fondatore del gruppo di Fb “La Cassa Integrazione che non arriva”, ha iniziato uno sciopero della fame il 29 di Agosto per protesta, contro le istituzioni che non aiutano le persone in difficoltà a causa del Covid 19.
Nessun politico si è fatto avanti nonostante la sfrenata condivisione e i servizi in diretta YouTube del giornalista free lance la “Iena Scomoda”, peraltro l’unico che si stia davvero interessando.
Michelangelo inizia ad avere problemi di salute, non si regge in piedi e ha difficoltà anche a dialogare ma ancora non è un soggetto interessante tanto da creare uno scoop o un deflusso di voti verso qualsiasi partito.
No! Lui può essere lasciato a morire di inedia mentre le persone che avrebbero il dovere di aiutarlo e di ascoltarlo sono magari ancora in vacanza in qualche atollo sperduto o su un mega yacht nell’Atlantico.
Michelangelo non percepisce nessun guadagno e sono mesi che pur lavorando non percepisce quanto basta per pagare affitto, bollette e cibo. Non è solo, ci sono tante migliaia di altri come lui che stanno affogando nell’indifferenza di chi dovrebbe tutelarli ed è anche per dar voce a questo esercito di italiani dimenticati che si ostina a continuare nonostante la sua salute si stia aggravando.
Dal lato opposto il contrasto stridente con Cesare Battisti, ex terrorista dei proletari armati per il comunismo, che inizia lo sciopero della fame a causa di una forzata isolamento diurno nel carcere di Oristano, il quale come per incanto riesce a fare breccia. Sarà perchè era famoso a causa delle sue malefatte?
VERGOGNA ITALIANA.
In un servizio su dritto e rovescio Michelangelo ha detto: ”Sono orgoglioso di essere Italiano”. No Michelangelo, non c’è nulla di cui essere orgogliosi della nostra italianità. Possiamo essere orgogliosi di noi stessi solamente. Noi, quelle persone che pur vivendo ormai di stenti continuano a resistere per non fare stupidate che potrebbero facilitare al momento ma aggravare la situazione nel futuro. Noi, quelle persone che dovrebbero essere elogiate e osannate da tutti i politici a cui paghiamo dei super stipendi che non si son mai interrotti.
Muori Michelangelo, forse dopo verremo a spendere due parole sulla tua tomba giusto per far vedere che anche noi siamo sensibili così otterremo qualche voto sulla tua pelle senza valore. Muori così potremo fare uno scoop giornalistico usando quel lato dell’essere umano che nulla di umano ha ma risulta essere una malattia mentale con questo amore per le notizie negative.
Ma come si può essere orgogliosi di questa miseria? Proprio oggi ho parlato con un giornalista della Rai di Palermo come me ma che vive a Udine. Gli ho proposto di contattare Michelangelo e ha risposto mi dispiace, conosco bene la sua storia ma io vivo a Udine. Come se non esistessero i collegamenti a distanza, come se gli avessi chiesto di fare a piedi tutta la strada.
Michelangelo Cicogna ha messo in piedi una petizione che chiunque può firmare senza incorrere in alcun tipo di problema. Una petizione per risarcimento danni da Covid che chiediamo di condividere e firmare a più non posso cosi come di iscrivervi al suo canale YouTube. Gli aiuti lui li vuole dalle istituzioni non dalla gente comune che ha già tanti problemi. Li vuole da coloro che dicono lavorare per il popolo. Li vuole da chi ha il DOVERE di darli.
Noi Popolo affatto orgoglioso di essere Italiano aspettiamo che qualcuno si faccia avanti a testa alta con le mani e il cuore pulito perchè nonostante tutto crediamo che quel qualcuno possa esistere.
Incredibile come le batoste e le delusioni ci rendano resilienti ma questi Noi siamo!
In attesa di un vostro cortese riscontro e interessamento verso la situazione di questo vostro Cittadino
Inviamo non cordiali saluti, ma la forza  aprire gli occhi, spostare i macigni nei vostri cuori e iniziare a vedere tutte quelle verità che fino ad ora sono state volutamente ignorate.
                                                  
                                                 Il Popolo Di Michelangelo Cicogna

(di A.Pacuvio)

IL MIRACOLO ITALIANO

di A.Pacuvio

IL MIRACOLO ITALIANO: GLI ITALIANI SI AIUTANO TRA LORO
. Nessun giornalista farà un articolo per descrivere la serata di ieri, quindi ho deciso di farlo io a modo mio. Una nostra amica, Elisa, è stata invitata a rilasciare la sua testimonianza ieri sera a Fuori dal coro. Questa ragazza che ha una bimba di 9 anni non ha percepito cassa integrazione ne stipendio da Marzo. In più le è scaduto il contratto e per ovvie ragioni non le è stato rinnovato. È indietro di tre affitti più varie bollette. Ha provato a fare di tutto ma a causa di una vecchia macchina a lei intestata non le spetta alcun ammortizzatore sociale. Ne reddito di cittadinanza, ne aiuto per l'affitto e tanto meno disoccupazione. Le è invece arrivato lo sfratto. Ha svenduto macchina e cameretta della bambina per poter fare la spesa e dar così da mangiare alla figlia. Ieri sera era ospite alla trasmissione "Fuori dal coro" a testimoniare la sua situazione e non le è stato concesso di esprimersi a dovere. Il conduttore la interrompeva continuamente deviando l'attenzione si politici e vips presenti in studio. Questo è lo scandalo della nostra Italia! Viene usata la disperazione della gente per scopi del tutto lontani da quella che dovrebbe essere la solidarietà umana. Ma un miracolo accade..... Durante la diretta sono arrivate diverse nuove iscrizioni sul nostro canale you tube (Michelangelo Cicogna) e tra i commenti che tutti eravamo lì a leggere ve ne son stati diversi di gente che chiedeva di poter aiutare Elisa. Michelangelo ha dato l'indirizzo email del gruppo LA CASSA INTEGRAZIONE CHE NON ARRIVA e questa buona gente, alle quali mando tante benedizioni, stava davvero concretamente cercando di aiutarla. Chi più chi meno le persone come noi, persone normali, non vips, non politici si sono fatte avanti. Questo è il miracolo di cui parlavo. Siamo un popolo di gente dal cuore grande che all'occorrenza sa come tendere una mano. Trovo spregevole e incredibile il comportamento subito da Elisa e se fossi al posto di quei vips di cui parlavo prima mi vergognerei tanto. Non avrei più il coraggio di camminare a testa alta. Ma noi siamo Italiani! Noi sappiamo come amarci l'un l'altro! La comunità esiste! La comunità si aiuta! E mentre la dolce Elisa ieri sera umiliata e arrabbiata per il trattamento ricevuto non riusciva più nemmeno a parlare a sua insaputa l'amore correva sui social. Amore di gente semplice come noi. E non è finita qui! Sempre grazie al nostro passaparola M.L.P., 40 anni di Milano, operata di cuore (le hanno installato un dispositivo che senza la cura medica potrebbe produrre trombi) ha ricevuto le medicine salvavita di cui aveva assolutamente necessità che non poteva permettersi di acqùistare! Grazie! Il mio grazie va non allo Stato, non ai politici e nemmeno ai giornalisti ma alla gente comune che ha un cuore che scalda come un camino dai ciocchi scoppiettanti in pieno inverno.
GRAZIE E ONORE A VOI! SE VOLETE AIUTARCI CONCRETAMENTE ISCRIVETEVI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE MICHELANGELO CICOGNA grazie a chi lo farà e un abbraccio.

(di A.Pacuvio)